Inserisci i tuoi dati

Ci capita di frequente di ricevere segnalazioni di rallentamenti dovuti all'applicazione degli aggiornamenti di sicurezza Microsoft sui sistemi dotati di Windows 10.

Tale iter è conosciuto come "Patch Tuesday" ed è documentato ovunque, es http://it.wikipedia.org/wiki/Patch_Tuesday

Non si tratta di un capriccio del computer o del fatto che a metà settimana come ogni singolo lavoratore comincia ad accusare la stanchezza infrasettimanale, soffre semplicemente di una malattia di cui soffrono i PC di tutto il mondo: il famigerato Patch Tuesday.Vi spieghiamo che cos’ è.

I nostri PC dotati di sistema operativo Windows, a partire dalla versione 98 in poi hanno un meccanismo o meglio un servizio integrato chiamato Windows Update o la più evoluta versione Microsoft Update che gli consente di auto aggiornarsi ogni volta che l’azienda di Redmond rilascia uno o più aggiornamenti.

Da quando è stato introdotto Windows, la Microsoft ogni secondo Martedì delle mese alle sei del pomeriggio rilascia gli aggiornamenti mensili di tutte le versioni di Windows che possono anche superare i 20 aggiornamenti per volta.

Immaginiamo tutti i pc di tutto il mondo che da quel momento in poi sentono l’aggiornamento e cominciano a scaricarlo. Il traffico sulla rete mondiale a quel punto aumenta vertiginosamente e la rete Internet comincia a subire un forte rallentamento che si ripercuote sui PC che dura fino al giorno successivo almeno.

Poi comincia la seconda fase. Il PC può essere configurato in maniera tale che dopo aver scaricato gli aggiornamenti li installi pure. A quel punto si somma la lentezza globale della rete con quella del proprio PC che comincia a cascata tutte le installazioni che a volte possono durare anche un ora.

Il fenomeno fortunatamente si esaurisce verso il mattino del Giovedi quando una volta terminate le installazioni e riavviato il PC, tutto ritorna alla normalità, soprattutto dopo un buon riavvio del sistema effettuato con il comando riavvia e non con spegni e riaccendi.

Se il vostro PC non è predisposto per l’aggiornamento automatico, attivatelo perché per combattere virus e malware è bene che il PC sia costantemente aggiornato. Se non è predisposto per installare gli aggiornamenti automatici, verificate nella tray area, che è la zona in basso a sinistra vicino all’orologio che non vi sia una iconcina che ci suggerisca di effettuare l’installazione degli aggiornamenti che è molto importante.

Anche perché molti aggiornamenti che vengono rilasciati nel tempo sono propedeutici gli uni agli altri per cui non installando una patch è possibile che da quel momento in poi il nostro pc non si aggiorni più.

Il fenomeno del rallentamento globale si ripete poi ad inizio mese quando raramente però vengono rilasciate delle patch di sicurezza urgenti o l’aggiornamento per il Microsoft Security Essential, che è uno strumento di rilevamento gratuito di Malware interno a Windows che molti di noi non sanno di avere e che si auto aggiorna automaticamente ogni mese.